A CHI HA ANCORA IL CORAGGIO DI DEMONIZZARE I SOCIAL

demonizzare-i-social-emanuela-maisano

Devo ringraziare tutte le persone che mi mandano richieste come quella appena ricevuta da Christian, perché sono loro a ricordarmi e riconfermarmi ogni volta la vera importanza dei Social.

Lo dico da molto, a tutti coloro che ancora oggi demonizzano Facebook “perché ti fai gli affari altrui“, Twitter perché “tu davvero guardi la TV e commenti con l’hashtag?!“, Instagram perché “a furia di fotografare la pasta si fredda!” e i blog perché “guarda cosa non fanno st’invasati pur di farsi mandare prodotti gratis a casa!“.

Sì, lo dico a tutti voi che riuscite ancora ad avere quest’idea così limitata del mezzo e non vi sforzate neanche un po’ di capire che lì nella mischia, tra selfie e foto coi gattini, ci sono voci che urlano un sacco di cose che potrebbero interessarvi, coinvolgervi e colpirvi. Basterebbe una sola cosa per ascoltarle queste voci: essere se stessi.

Smettere di trattare i social come gazzettino di paese e cominciare a viverli come facciamo quotidianamente con la nostra vita materiale. Ignorare chi non c’interessa come facciamo in ufficio con i colleghi più subdoli, ascoltare chi può arricchirci come accade ogni qualvolta incrociamo nel nostro percorso una persona che è stata in grado di insegnarci qualcosa, o ancora aiutare chi ci chiede una mano, come quando qualcuno per strada domanda indicazioni o ancor più intensamente quando doniamo una parte del nostro tempo e delle nostre energie per pura solidarietà.

Vivetela questa rete! Così come vivete degnamente la vostra vita al di fuori della tastiera.

Vivetela e scoprirete che è abitata da persone che possono aiutarvi a trovare soluzioni, darvi informazioni, fornirvi opportunità concrete di lavoro, crescita, ed esperienza.

Vivetela e scoprirete come me che c’è gente che questa rete, altro che viverla, se la divora! Gente come Christian che non è una semplice voce, è un coro, anzi un’idea. Lui non fa parte di quelli come la sottoscritta e tanti altri, che si accontentano di assumere una posizione, lui scalza, scuote, smuove. Elabora la sua denuncia e poi non la urla semplicemente ai quattro venti, ma ti viene a cercare per dirti: “oh, ma soprattutto tu che fai comunicazione, mi aiuti o no?!“. Certo che ti aiuto Christian. Qui stiamo parlando di cose toste: lavoro, famiglia, diritti, desideri, progetti, speranze. Non c’è bisogno di avercelo il problema per essere dalla tua parte, bastano queste parole. E io, che sono la prima sostenitrice dei mezzi che TU hai scelto per far valere la NOSTRA causa, non posso che dare il mio piccolo contributo, alzando un po’ di più il cursore del tuo microfono. Per quanto mi riguarda da questo momento sei “on air”, senza interruzioni pubblicitarie, ma accompagnato dalla musica della voce di chi deciderà di sostenere la tua battaglia.

Qui potete firmare la petizione, tutti voi che deciderete, insieme a me, di sostenere Christian per la NOSTRA battaglia.

Nissan Commento

Lascia un commento